FS NEWS >

Nuovo collegamento ferroviario Arcisate-Stabio


In data 1 dicembre 2017 è entrata in esercizio la nuova linea ferroviaria Varese-Stabio, con le tre nuove Fermate di Induno Olona, Arcisate e Cantello Gaggiolo e le località di servizio PM Bevera e PP Induno Olona. Il servizio commerciale sarà avviato il 7 gennaio 2018.

Il progetto
L’infrastruttura ferroviaria del “nuovo collegamento Arcisate-Stabio” si sviluppa per circa 8 km in territorio Italiano, di cui 4,5 km di raddoppio in sede del tratto di linea esistente da Induno Olona al bivio per Porto Ceresio e 3,5 km di nuova linea a doppio binario dal bivio per Porto Ceresio fino al confine di Stato.
Nei comuni di Induno Olona, Arcisate e Cantello il tracciato si sviluppa prevalentemente in trincea profonda risolvendo così tutte le interferenze viabilistiche dovute ai numerosi passaggi a livello e consentendo pertanto una ricucitura del tessuto urbano.
Nel tratto oggetto di intervento sono state realizzate le nuove fermate di Induno Olona, Arcisate e Cantello Gaggiolo e le principali opere d’arte quali il “viadotto della Bevera”, di circa 440 metri,  la “galleria della Bevera”, di circa 970 metri, oltre alla “galleria di Induno” di circa 950 m.
La linea è alimentata a 3 kV in corrente continua fino al POC, in territorio svizzero, dove avviene il cambio di tensione a 15 kV in corrente alternata, in uso sulla rete svizzera.

Strategicità dell'opera
Il progetto del “Nuovo collegamento Arcisate-Stabio” è parte del più ampio programma di collegamento ferroviario transfrontaliero, dedicato al trasporto passeggeri, tra Lugano-Mendrisio (CH) e Varese-Gallarate Aeroporto di Malpensa (I) individuato nell'Accordo quadro tra il Canton Ticino e la Regione Lombardia del 25 luglio 2000.
L'intervento, inserito nel programma delle Opere Strategiche di “Legge Obiettivo”, rientra nelle opere oggetto di periodico monitoraggio da parte del Gruppo di Lavoro Ministeriale bilaterale Italia-Svizzera operativo dal 2002, stante il suo carattere internazionale e la rilevanza strategica anche in relazione al nuovo sistema di segnalamento a transizione dinamica Italo-Svizzera.
Il collegamento consentirà di collegare Varese con il Cantone Ticino (Mendrisio-Lugano) e Varese con Como e potrà in futuro consentire anche relazioni dirette tra l’aeroporto di Malpensa e le città della Svizzera meridionale/centrale oltre a collegare le direttrici di traffico del Sempione (Losanna, Ginevra, Berna) e del Gottardo (Bellinzona e Lugano) con interscambio alla stazione di Gallarate.

Ruolo di Italferr
Italferr ha curato, la verifica della progettazione esecutiva e di dettaglio redatta da parte dell’Appaltatore, la Direzione Lavori ed ha supportato il Committente RFI in relazione alle tematiche ambientali ed agli aspetti ingegneristici e di coordinamento viste le peculiarità tecniche della linea transfrontaliera.