FS NEWS >

Trentennale IGI - Istituto Grandi Infrastrutture

Roma, 15 dicembre 2016


L'AD di Italferr ing. Carlo Carganico è intervenuto in qualità di relatore al convegno dal titolo "TRENTANNIGI" organizzato dall'Istituto Grandi Infrastrutture in occasione del trentennale della sua fondazione che si è tenuto il 15 dicembre 2016, a Roma c/o la sede dell'Avvocatura Generale dello Stato.

Realtà storica fondata nel 1986, l'IGI – Istituto per gli studi e la promozione delle Grandi Infrastrutture – si è occupato negli ultimi 30 anni di elaborare studi finalizzati a porre l'attenzione sui temi normativi in materia di appalti e contratti pubblici, oltre all’analisi delle interazioni di questi con le attività di investimento dei privati e delle grandi associazioni d'impresa nel settore grandi opere. 
In occasione del trentennale della fondazione dell'associazione si è discusso sulla storia dell'Istituto, sui successi ottenuti e le tante proposte elaborate nei settori del diritto pubblico, privato, civile e penale, compresa un'approfondita analisi sul diritto europeo dagli inizi ad oggi; la gran parte di queste iniziative negli anni ha preso corpo dando spunto a norme e regolamenti nella sfera pubblica, e contribuendo a rendere il nostro paese competitivo nel settore degli investimenti infrastrutturali anche sul fronte internazionale.

L'ing. Carganico durante il suo intervento ha illustrato diversi temi, in primo luogo, e vista la sua esperienza e i suoi trascorsi professionali, ha spiegato quanto le “innovazioni” degli ultimi anni applicate al settore rail, nello specifico le “automazioni”, hanno apportato straordinari vantaggi sotto i profili della razionalizzazione dei costi, della qualità dei servizi e soprattutto della sicurezza della rete, determinando cambiamenti a 360° che qualificano oggi la realtà italiana tra le migliori al mondo.
L’AD ha poi illustrato l’esperienza Italferr quale caso d’eccellenza e attore principale, insieme a FS Italiane, nella realizzazione delle opere infrastrutturali strategiche per il nostro paese, in particolare nella realizzazione delle linee AV e negli interventi per il miglioramento di più di 20mila km di strade ferrate, oltre alla definizione di standard di sicurezza sempre migliori e omogenei su tutta la rete a gestione RFI.

Rilevanti i cenni sul fronte comunicativo, l’ing. Carganico ha infatti affermato quanto sia fondamentale il ruolo della comunicazione pubblica e istituzionale rispetto alle grandi opere infrastrutturali. Le modalità con le quali i messaggi vengono costruiti e trasmessi, oltre il loro contenuto, generano inevitabilmente un impatto sull’opinione pubblica destinataria trasformandosi in consenso o dissenso; è importante quindi definire un processo comunicativo che consenta di veicolare messaggi “completi”, contenenti le motivazioni che spingono il policy maker alla realizzazione di un’opera rispetto ad un’altra, e mirando ad informare sulle potenzialità e le possibili ricadute positive sul territorio e sul paese (è stato citato il caso del Ponte sullo stretto).

L’AD ha quindi illustrato la mission di Italferr e il suo ruolo nell’ambito del piano industriale 2017 - 2026 di FS Italiane – Italferr si pone ambiziosi traguardi di sviluppo e di crescita, entro 10 anni l’aspettativa è quella di raddoppiare i ricavi – per far questo l’ing Carganico ha delineato tre direttrici primarie per il raggiungimento degli obiettivi:
1. l’implementazione, anche grazie alla futura integrazione delle competenze di ANAS, delle attività connesse agli investimenti sul mercato nazionale per conto del “cliente RFI”, finalizzati alla creazione di una rete sul territorio di natura sempre più “multimodale” e di interconnessione tra i diversi servizi a vantaggio degli utenti – clienti;
2. un forte slancio alle attività di internazionalizzazione delle competenze e del know how proprio della società, caratteristiche che hanno consentito all’azienda di ottenere negli ultimi anni grandi successi, e che oggi la portano a competere con i grandi players internazionali di settore;
3. lo sviluppo sui mercati internazionali avverrà anche attraverso l’acquisizione di società di ingegneria in loco (a questo proposito l’AD ha citato il caso dei mercati USA), e attraverso il supporto che Italferr darà a FS Italiane al fine di operare in qualità di “General Contractor”.

Infine, l’AD ha evidenziato quanto tutte queste attività di sviluppo dell’azienda dovranno essere basate su principi di qualità, sicurezza e rispetto dell’ambiente per una crescita virtuosa e sostenibile.

Al convegno sono intervenuti altri autorevoli relatori quali: il Presidente Emerito della Corte dei Conti Luigi Giampaolino, il Presidente del Consiglio di Stato Pasquale De lise e il Giudice Emerito della Corte Costituzionale Sabino Cassese.