FS NEWS >

Palermo-Agrigento


Il progetto di velocizzazione della linea, mediante rettifiche di tracciato e conseguenti modifiche infrastrutturali e tecnologiche, riguarda il tratto di circa 95 km compreso tra le stazioni di Fiumetorto (PA), Agrigento Centrale e Porto Empedocle (AG).
Gli interventi, eseguiti lungo l'intero itinerario, sono stati gestiti direttamente da RFI ad eccezione dell'appalto, affidato ad Italferr, inerente la cosiddetta "Variante 2.1 - Galleria Lercara", per un'estesa complessiva di circa 6,5 km, comprendente la nuova galleria naturale a singolo binario avente uno sviluppo pari a 2,8 km.
La storia del progetto inizia nel 2005 con il primo affidamento in appalto integrato d a un Raggruppamento Temporaneo di Imprese il cui contratto viene risolto in danno nel 2009; successivamente, a seguito dell’affidamento da parte di RFI della Progettazione Esecutiva di riappalto e della Direzione Lavori delle attività di completamento della suddetta Variante 2.1, Italferr entra in campo raggiungendo l’obiettivo di completamento dell’opera predominante nell’intera linea: lo scavo della galleria naturale Lercara per la rimanente tratta da realizzare di circa 800 m, certamente la più difficile da realizzare per il contesto geologico-geotecnico rilevatosi proibitivo nel corso dei lavori di primo appalto sia per la tipologia dell’ammasso attraversato sia per la presenza, nello stesso, di gas metano.
La tratta affidata a Italferr, oltre alla galleria naturale “Lercara”, prevede la realizzazione di importanti opere all’aperto (viadotti, sottopassi, sistemazioni fluviali, fabbricati tecnologici, barriere antirumore, rilevati ferroviari e viabilità) in corso di esecuzione.

Il progetto di velocizzazione della linea prevede i seguenti interventi
Realizzazione di 14 varianti al tracciato ed alle relative opere d'arte.
Realizzazione di un nuovo tratto di linea "Variante 2.1 - Galleria Lercara" comprendente una nuova galleria naturale di circa 2,8 km (l'ultimo diaframma è stato abbattuto il 9 agosto 2016). Le attività "esterne" e la realizzazione di rilevati, di ponti, di tombini idraulici e di strade poderali sono in stato di esecuzione avanzato. Seguiranno, a cura di RFI, l'avvio degli appalti tecnologici inerenti l'armamento, gli impianti di sicurezza e trazione elettrica, necessari per attrezzare la sede ferroviaria.
Piccoli spostamenti di sede.
Soppressione dei passaggi a livello esistenti sulla tratta Fiumetorto-Agrigento con la realizzazione di opere sostitutive.
Realizzazione dei nodi intermodali ferro-gomma per il servizio viaggiatori.
Riqualificazione della tratta Agrigento Bassa-Porto Empedocle.
Adeguamento delle gallerie esistenti.
Realizzazione di nuovi impianti ed adeguamento di quelli esistenti.
Abbandono dell'attuale linea ferroviaria di collegamento fra le stazioni di Roccapalumba (PA) e di Cammarata (AG).
Realizzazione di una nuova linea progettata con raggi di curvatura planimetrica minimi di 1.000 m per una velocità di esercizio di 145 km/h.
Realizzazione di un tratto in galleria naturale-artificiale di lunghezza complessiva pari a 2.800 m e di un tratto a cielo aperto prevalentemente in rilevato caratterizzato dalla presenza di numerose opere d'arte come ponti, attraversamenti idraulici, interventi faunistici.
Adeguamento della stazione di Roccapalumba (PA) che comporterà la sistemazione del piazzale esterno ed il miglioramento del collegamento con la viabilità stradale.