FS NEWS >

FOCUS ON: nuova linea transfrontaliera Arcisate-Stabio


Dall'8 gennaio parte il servizio commerciale.

Ad Italferr, società di ingegneria del Gruppo FS Italiane, la Direzione Lavori.

Il Ministro dei Trasporti e delle Infrastrutture Graziano Delrio ha inaugurato il 22 dicembre 2017 la nuova linea ferroviaria Arcisate-Stabio, il primo valico transfrontaliero tra Italia e Svizzera che collega la Lombardia con il Canton Ticino, da Varese a Mendrisio, senza stazione di confine.
L’attivazione all’esercizio ferroviario è avvenuta l’1 dicembre, data in cui sono iniziate le prove tecniche per testare le condizioni e le tecnologie installate.

Sviluppo in territorio italiano

Il tracciato ferroviario (oltre 8 km) si sviluppa dal ponte sul fiume Olona, a Nord di Varese, fino al confine di Stato con la Svizzera. Attraversa i centri urbani di Induno Olona e Arcisate, la valle del torrente Bevera per poi connettersi nella piana di Gaggiolo (comune di Cantello) con la linea Stabio-Mendrisio realizzata dalle Ferrovie Federali Svizzere.
La linea esistente Varese-Confine di Stato-Mendrisio è stata interrata e raddoppiata in sede da Induno Olona al bivio Bevera per Porto Ceresio (4,6 km), mentre fino al confine (3,6 km) è stata realizzata una nuova linea a doppio binario. Nei comuni di Induno Olona e Arcisate i binari corrono in una trincea profonda (fra i 6 e gli 8 metri sotto il piano campagna): sono state così superate le interferenze con la rete stradale e ricucito il tessuto urbano.

Caratteristiche tecniche generali della linea

La linea è dedicata al servizio passeggeri.
Sono state realizzate tre fermate: Induno Olona, Arcisate e Cantello Gaggiolo.
La velocità di tracciato è di 100 km/h, la pendenza massima è pari al 22‰. La linea è alimentata a 3 kV in corrente continua fino al confine di Stato, dove avviene il cambio di tensione a 15 kV in corrente alternata, in uso sulla rete svizzera. Il distanziamento in sicurezza dei treni sarà gestito con il sistema di blocco conta-assi fino a Posto Movimento Bevera.
I Posti Movimento di Induno e Bevera sono gestiti da nuovi Apparati Centrali Elettrici a Itinerari (ACEI), gestiti dal Posto centrale di Milano Greco Pirelli.
La protezione della marcia dei treni in territorio italiano è fatta con il Sistema Controllo Marcia Treno (SCMT). In territorio svizzero dal sistema EuroSignum-EuroZUB.
Il punto di connessione fra i due sistemi nazionali corrisponde al confine di Stato.

Stazioni

Lungo la linea sono presenti tre fermate: Induno Olona, Arcisate e Cantello Gaggiolo. La configurazione a ponte delle stazioni, accessibili da entrambi i lati, consente di creare un collegamento pedonale in corrispondenza dell’asse di stazione. Le nuove fermate sono state progettate e realizzate secondo gli standard definiti dalle Specifiche Tecniche per l’Interoperabilità (STI) del sistema ferroviario UE, per garantire una migliore accessibilità ai treni, anche alle persone a ridotta mobilità (PRM) e con disabilità.
In ogni fermata sono stati realizzati: sala d’attesa; un locale commerciale; servizi igienici; rampe di scale per raggiungere i binari dal piano delle strade; percorsi tattili per persone ipovedenti; un ascensore per ogni banchina; marciapiedi lunghi 250 metri e alti 55 cm, per facilitare l’accesso ai treni; sistemi di informazione ai viaggiatori con monitor e annunci sonori. Inoltre, nella fermata di Cantello Gaggiolo, sono presenti gli uffici della Dogana. Ogni stazione ha all’esterno un nuovo piazzale con parcheggi dedicati ai viaggiatori. Inoltre, sono state previste aree di sosta per i bus e per le autovetture (kiss & ride), a favore dell’intermodalità.

Galleria di Induno

La galleria “Induno” (950m) attraversa il comune di Induno Olona. L’opera è costituita da un tratto intermedio realizzato in galleria naturale (478m) e da due tratti esterni realizzati in galleria artificiale. La galleria si sviluppa con un andamento in curva, a una profondità di oltre 50 metri sotto la galleria ferroviaria della linea storica, che sarà trasformata in pista ciclopedonale. La galleria è stata realizzata scavando in parallelo lato Varese e lato Stabio. L’ultimo diaframma è stato abbattuto il 30 gennaio 2017.

Galleria della Bevera

La galleria “Bevera” (970m) è ubicata a Ovest del Comune di Gaggiolo (VA), a Nord della Strada Provinciale 3 (SP3). L’opera è costituita da un tratto centrale realizzato in galleria naturale (862m) e da due tratti esterni realizzati in galleria artificiale. La galleria si sviluppa con un andamento prevalentemente curvo. È stata realizzata scavando sia lato Arcisate sia lato Stabio. L’ultimo diaframma è stato abbattuto il 12 luglio 2017.

Viadotto della Bevera

Il viadotto della Bevera è situato a cavallo dei comuni di Arcisate e Cantello, dopo il Posto Movimento Bevera e subito prima dell’omonima galleria. Ha una lunghezza complessiva di 438 metri. Il viadotto è formato da 7 campate di 60 metri.

Documenti