Terzo Valico dei Giovi

Adeguamento Strada Provinciale 160 della Val Lemme 

Nell’ambito della realizzazione dei lavori del Terzo Valico, la nuova linea ferroviaria AV/AC tra Genova e Milano, sono previsti interventi di adeguamento e nuova realizzazione di viabilità in territorio ligure e piemontese per uno sviluppo totale di circa 30 chilometri.

Tali interventi sono stati progettati e realizzati in modo da rendere la rete viaria adeguata e idonea a sopportare il traffico indotto dai lavori, prevenendo problemi generati dal transito dei mezzi di cantiere che trasportano il materiale di smarino dai siti di produzione alle aree di deposito o che forniscono l’approvvigionamento dei materiali ai cantieri di utilizzo.

Alle consegne effettuate durante il corso di tutto il 2018 – Viabilità Erzelli-Borzoli-Chiaravagna, Adeguamento del nodo di Pontedecimo in Comune di Genova e Strada del Vapore in Comune di Arquata Scrivia (AL), si è aggiunto il 19 dicembre, il tratto di circa 2 km di S.P. 160 della Val Lemme nei Comuni di Carrosio e Gavi (AL), comprendente il nuovo Ponte sul Torrente Lemme in località “Maddalena” nel Comune di Gavi (AL), a seguito della demolizione del ponte esistente la cui sostituzione ha avuto come obiettivo la rettifica del tracciato della S.P. 160 a monte dell’abitato di Gavi, nei pressi della confluenza del rio Ardana con l’omonimo Torrente Lemme.

La nuova opera d’arte, avente asse rettilineo ed obliquo rispetto al torrente di circa 40°, ha lunghezza pari a 126 m e larghezza dell’impalcato di 12,90 m, con due carreggiate da 3.50 m e banchine larghe 1.25 m, oltre alle strutture di sostegno deputate ad ospitare le barriere di sicurezza di classe H3.

La struttura dell’impalcato è costituita da una trave continua, a tre campate di 40+46+40 metri di luce, nella tipologia di sistema misto acciaio-calcestruzzo. Sono state adottate pile del tipo a fusto cilindrico del diametro di 3 metri con testa a martello. Il piano della fondazione di ciascuna pila è stato impostato su una sottofondazione in calcestruzzo al fine di raggiungere, con questa opera, lo stato compatto della marna. Dal punto di vista geometrico, la soletta di impalcato presenta uno spessore variabile per permettere alla piattaforma stradale di seguire l’andamento dei cigli richiesto dalle esigenze di percorribilità della direttrice in progetto. Le travi metalliche, ad altezza costante, sono state realizzate con cassoni ad “U” accoppiati in acciaio tipo “Corten”. La soletta è realizzata in calcestruzzo armata ed è resa collaborante con le sottostanti travi in acciaio tramite connessione con pioli tipo "Nelson".

All’inaugurazione del tratto di strada provinciale sono intervenuti il Presidente della Provincia di Alessandria e i Sindaci dei Comuni limitrofi, oltre al referente di Progetto RFI e i colleghi della Direzione Lavori ed Alta Sorveglianza di Italferr.

CONDIVIDI:
Condividi su Linkedin