Raddoppio del Passante Ferroviario di Palermo

Abbattuto l’ultimo diaframma della nuova galleria naturale Notarbartolo-Belgio

Nell’ambito del progetto del “Passante Ferroviario di Palermo” che prevede il collegamento a doppio binario della Città di Palermo con l’aeroporto civile internazionale “Falcone e Borsellino” di Punta Raisi, è stato raggiunto l’obiettivo del completamento dello scavo meccanizzato della Galleria Notarbartolo-Belgio.

“Marisol”, la talpa TBM scudata con tecnologia EPB di lunghezza complessiva pari a 130 ml, mercoledì 19 settembre ha abbattuto la paratia di pali plastici, ultimo diaframma della galleria, ritornando alla luce del sole con la sua testa fresante, di diametro esterno pari a 9.400 mm, nell’area del cantiere Belgio- Francia.

All’evento hanno partecipato i rappresentanti della Committenza di RFI e di Italferr, oltre che i maggiori esponenti dell’impresa esecutrice dei lavori “Nodo di Palermo” Scpa.

Da luglio 2017 a settembre 2018, periodo durante il quale Marisol è stata in funzione lavorando a una velocità media di circa 25 m/s, sono stati utilizzati 9.947 conci prefabbricati per il montaggio di 1.421 anelli di rivestimento della galleria e 23.223 metri cubi di calcestruzzo. Durante lo scavo, complessivamente di 2.131 metri – di cui 150 m con metodo tradizionale e i restanti con scavo meccanizzato – sono stati estratti 137.233 metri cubi di materiale.

Prossimo obiettivo sarà l’attivazione della linea a singolo binario nel tratto Notarbartolo-San Lorenzo e a doppio binario da San Lorenzo Colli fino a Carini.

Condividi:
Condividi su Linkedin