Attivata la Fase A2 del Potenziamento Tecnologico del Nodo di Roma

Roma, 14 aprile 2019  

 

Domenica 14 aprile 2019 alle ore 12.00 è stata attivata la 2^ fase funzionale del modulo dell’ACC Multistazione/SCC Multistazione del Nodo di Roma tra le stazioni di Monterotondo e Civita Castellana, sulla Linea Lenta Roma-Firenze. 

Tale intevento rappresenta una nuova tappa realizzativa del Progetto di Potenziamento Tecnologico del Nodo di Roma. In particolare, l’attivazione ed inserimento dei nuovi impianti nell’ACCM/SCCM del Nodo di Roma, consente di gestire gli stessi in telecomando e supervisione direttamente dal Posto Centrale di Roma Termini e di incrementare la capacità della Linea Lenta tra Roma e Civita Castellana grazie al nuovo sistema di distanziamento treni, attrezzato con Blocco Automatico Banalizzato, con indubbi vantaggi di tipo organizzativo e di Circolazione. La nuova attivazione ha comportato la realizzazione dei 2 nuovi Posti Periferici Multistazione di Fara Sabina e Poggio Mirteto, l’adeguamento dell’esistente apparato di Civita Castellana con realizzazione di nuovi fabbricati, sottopassi e interventi di armamento e TE nei piazzali. 

L’investimento complessivo previsto per il Progetto del Potenziamento Tecnologico del Nodo di Roma di circa 130 milioni di euro.

 

 

 

 

 

 

 
 
CONDIVIDI:
Condividi su Linkedin