Italferr In India con un nuovo incarico per il progetto delle Metro Kanpur & Agra

In partnership con la società spagnola Typsa 

Italferr, società di ingegneria del Gruppo Ferrovie dello Stato italiane, lavorando senza stop anche durante il periodo del lockdown legato al Covid-19, si è aggiudicata, in partnership con la spagnola Typsa, le attività di PMC per il progetto delle linee metropolitane di Kanpur e Agra, due delle più grandi città industriali nel nord dell'India, con una popolazione urbana complessiva di oltre 5.3 milioni di abitanti. 

Si tratta del contratto più grande che Italferr abbia mai acquisito in India, con il quale si conferma leader non solo nel settore High Speed ma anche nel panorama del trasporto pubblico metropolitano internazionale,  e diventa di fatto uno dei player principali del mercato ingegneristico Indiano, dove la società del Gruppo FS è presente  da alcuni anni con una branch a New Delhi., che nei prossimi mesi verrà trasformata in una vera e propria legal entity. 

La gara, bandita da Uttar Pradesh Metro Rail Corporation (UPMRC) prevede servizi di Project Management relativi alla progettazione, procurement e supervisione lavori, il cui progetto è finanziato con fondi del Governo Indiano e dell’European Investment Bank e ha un valore di 2.4 miliardi di euro. 

Il contratto, della durata di 5 anni e del valore totale di 43.6 milioni di euro - quota Italferr 19.4 milioni, vedrà la realizzazione di 4 corridoi da 62.6 km totali suddivisi tra i sistemi Metro Kanpur e Metro Agra, comprensive di 57 Stazioni e 4 Depositi. 

La nuova linea metro di Kanpur si svilupperà attraverso due corridoi principali, il primo andrà da Kanpur a Naubasta e il corridoio 2 da “Agricultural University” a Barra, per una lunghezza complessiva di circa 32 km, 30 stazioni e 2 depositi. 

Come per Kanpur, anche la linea metro di Agra sarà caratterizzata dalla realizzazione di due corridoi che collegheranno rispettivamente Sikandra a Taj East Gate e Agra Cantt a Kalindi Vihar per una lunghezza complessiva di circa 30 km, con 27 stazioni e 2 depositi. 

Una scommessa da sempre vincente per Italferr che da anni è impegnata nel paese indiano per la realizzazione di opere strategiche, tra cui dal 2016 la progettazione e la supervisione lavori per la costruzione dell’Anji Khad Bridge, primo ponte strallato con un altissimo prestigio tecnico, le attività di PMC per lo sviluppo di due nuove linee metropolitane di Mumbai e, dal 2017, le attività di verifica di terza parte di qualità e sicurezza sul progetto Eastern Dedicated Freight Corridor  - Khurja - Dadri Section , uno dei corridoi merci di punta delle ferrovie indiane.

Una crescita stabile nel mercato del subcontinente indiano proseguita nel 2019 con l’aggiudicazione della progettazione e del supporto alla costruzione dei due lotti all’interno della linea ferroviaria tra Rishikesh e Karanprayag, della lunghezza di 125 km nello stato dello Uttarakhand e con l’incarico per attività di General Consultancy sul progetto più importante della Regione di Delhi, pioniere del programma di Regional Rapid Transit che porterà nella città un servizio ferroviario a 180kmh con il target di collegare una regione di 48 milioni di abitanti. 

CONDIVIDI:
Condividi su Linkedin