Da ACEI ad ACC

L’ultima evoluzione tecnologica a Bari Centrale all’insegna dell’interoperabilità

Domenica 22 novembre 2020, dopo un'interruzione della circolazione di 34 ore del binario “Indipendente Lamasinata” della stazione di Bari C.le, poi estesa nelle ultime 12 ore anche al binario di ingresso all’impianto IFT (ex deposito locomotive), sono stati attivati all’esercizio ferroviario i nuovi tracciati dei suddetti binari completando in tal modo le modifiche del PRG di Bari Centrale gestite con impianto ACEI.

Con l’attivazione della fase 4.2, infatti, si conclude l’intervento di riassetto della radice Nord della stazione di Bari C.le, consentendo l’avvio delle attività  di piazzale propedeutiche all’implementazione del futuro apparato ACC-M.

Le lavorazioni hanno interessato lavori di armamento, Trazione Elettrica e demolizioni di opere preesistenti necessarie alla realizzazione dei nuovi allacci ed interventi IS per l’adeguamento dell’attuale apparato ACEI (a cura dell’appalto PRG), unitamente all’adeguamento del Sottosistema di Terra SCMT (a cura dell’appalto ACC-M).

Il nuovo assetto di PRG di Bari Centrale consentirà di ottenere una sostanziale razionalizzazione del piano del ferro in ambito stazione, introducendo tra l’altro la velocizzazione degli itinerari in deviata a 60km/h; il contestuale ammodernamento degli apparati di sicurezza e segnalamento consentirà, inoltre, di assicurare l’interoperabilità con le infrastrutture ferroviarie gestite da altri operatori.

CONDIVIDI:
Condividi su Linkedin