Tratta Spoleto-Campello

Attivata la Fase 1 del raddoppio

Nell’ambito del programma di potenziamento della linea Orte-Falconara, il 30 dicembre 2020 è stato attivato all’esercizio il futuro binario dispari della tratta Spoleto-Campello, costruito su una nuova sede di lunghezza di circa 10 km, che si sviluppa parzialmente in affiancamento alla linea storica e parzialmente su un nuovo tratto in variante, attraverso la nuova Galleria San Giacomo.

La nuova Galleria ha una lunghezza di poco inferiore ai 4 km, è dotata di Punti di Evacuazione e Soccorso in prossimità dei due imbocchi, marciapiedi per l’esodo, impianti di illuminazione di emergenza, di messa a terra di sicurezza della linea di contatto e di supervisione e controllo remoto.

Col nuovo tracciato è stata resa possibile l’eliminazione di 4 passaggi a livello, nei comuni di Spoleto e Campello sul Clitunno, migliorando la sicurezza e la regolarità dell’esercizio. Il nuovo tracciato e le relative opere d’arte sono progettati per una velocità massima di 180 km/h, che a regime, dopo l’attivazione del raddoppio tra Spoleto e Campello, consentirà un aumento delle prestazioni della linea. Nell’ambito dei lavori, la stazione di Campello è stata adeguata alle più recenti normative per consentire l’accessibilità delle Persone a Mobilità Ridotta all’infrastruttura ferroviaria, mediante la realizzazione di percorsi privi di ostacoli, con mattonelle tattili ad alta visibilità, informazioni sonore e nuovi posti auto riservati alle PMR.

Nel corso della progettazione e dei lavori di realizzazione, Italferr è stata impegnata nella redazione del progetto esecutivo e della documentazione di sicurezza della nuova galleria San Giacomo, nella Direzione Lavori degli appalti di costruzione delle Opere d’Arte e col ruolo di Soggetto Tecnico, nelle attività di Messa in Servizio della nuova tratta completa, per i sottosistemi CCS, Energia ed Infrastruttura. Per quest’ultimo sottosistema è stato necessario anche acquisire l’Autorizzazione alla Messa in Servizio da parte dell’ANSF.

Anche le successive fasi del raddoppio della Spoleto-Campello, gli interventi di upgrade ed adeguamento della stazione di Spoleto ed il potenziamento del sistema di alimentazione, vedranno Italferr protagonista dalla fase di progettazione fino alla Messa in Servizio.

CONDIVIDI:
Condividi su Linkedin