Italferr firma il contratto di PMC per l’elettrificazione della nuova linea AV Rail Baltica

870 km di Linea, 7 Stazioni, 3 Terminal intermodali: una infrastruttura unica per connettere 3 Paesi

Italferr, in partnership con la tedesca DB Engineering & Consulting e la spagnola IDOM Consulting, Engineering, Architecture, si è aggiudicata il ruolo di Energy (ENE) Engineer per fornire servizi di ingegneria, consulenza, supervisione lavori e gestione FIDIC durante lo sviluppo del sottosistema energia attraverso i tre Stati Baltici, per un periodo di circa 10 anni.

Il Progetto Rail Baltica mira ad integrare Estonia, Lettonia, Lituania e, indirettamente, Finlandia nel network ferroviario Europeo e sarà un potente catalizzatore per la crescita economica sostenibile negli Stati Baltici, definendo un nuovo standard per la mobilità.

L’obiettivo primario del progetto di elettrificazione è l’implementazione del sottosistema energia lungo l’intera linea Alta Velocità Rail Baltica, a coprire circa 870 km a doppio binario con velocità massima di 249 km/h per i treni passeggeri e 120 km/h per i treni merci, attraverso 7 stazioni passeggeri internazionali, 3 nuovi terminal multimodali e connessioni ad aeroporti e porti.

L’oggetto del contratto include completa assistenza a RB Rail nello sviluppo del sottosistema energia per assicurare l’interoperabilità attraverso gli Stati Baltici e i Paesi Europei ad essi connessi, così come il rispetto di tutte le norme e standard europei, compresi quelli relativi alla sostenibilità ambientale.

Grazie a questo importante traguardo, Italferr entra di peso nel mercato Baltico, rafforza la propria presenza in Nord Europa, ed incrementa il portafoglio complessivo in Europa.

Inoltre, l’incarico è il più ampio singolo contratto per un progetto di elettrificazione al mondo, a connettere tre differenti paesi con una infrastruttura unica: il primo quindi di tali dimensioni e tipologia che Italferr si aggiudica sul mercato estero, consolidandosi quale leader nel panorama Alta Velocità internazionale e rafforzando la propria preminenza nel settore dei Sistemi, delle Tecnologie e del System Engineering.

 

CONDIVIDI:
Condividi su Linkedin