IDP di Napoli

Italferr ha contribuito alla realizzazione dell’Impianto Dinamico Polifunzionale di Napoli, il nuovo centro di manutenzione dell’intera flotta dei treni AV e del materiale rotabile destinato al trasporto regionale. 

L’attivazione dell’IDP è avvenuta per fasi.
Nel 2002, in una prima fase, è stato attivato all’esercizio ferroviario il fascio arrivi e partenze costituito da sei binari coperti e da sei binari scoperti con cui è possibile effettuare la manutenzione corrente e soprattutto la pulizia degli Eurostar.
In una seconda fase è stato attivato  l’ACC per la regolazione della circolazione tra Napoli Centrale e il fascio arrivi e partenze; per la certificazione della conformità dell’apparato, è stata nominata una commissione di verifica tecnica costituita interamente da esperti di Italferr. 
In una terza fase è stato attivato un apparato di sicurezza a “logica distribuita” in previsione di realizzare il completamento dell’impianto stesso tramite un ACC a “logica concentrata”.
Nel 2008 si è giunti, infine, all’attivazione dell’intero impianto ACC e al completamento degli impianti meccanici che governano il piazzale.