Croazia

LAVORI IN CORSO

Preliminary and detailed design of Hrvatski Leskovac-Karlovac Railway Line
Italferr si è aggiudicata la progettazione della tratta Hrvatski Leskovac-Karlovac di circa 45 km lungo il Corridoio V-b, che collega il porto di Rijeka con Zagabria e Budapest. Il contratto è stato sottoscritto il 9 novembre 2012 a Zagabria tra Italferr, mandataria del raggruppamento formato assieme a Technital ed IRD Engineering e le Ferrovie croate (HŽ Infrastruktura).  L’incarico è finanziato all’85% dall’Unione Europea tramite i fondi di preadesione IPA e al 15% dal budget nazionale. Le prestazioni, della durata di tre anni, prevedono la predisposizione dei progetti definitivo ed esecutivo per il raddoppio della tratta compresa tra le stazioni di Hrvatski Leskovac e di Karlovac. I servizi includono anche lo studio di impatto ambientale, lo studio di trasporto e l’analisi costi-benefici ed una riedizione dello studio di fattibilità secondo la normativa europea. Con un Addendum la cui sottoscrizione è prevista ad inizio 2017 le attività di progettazione ripartiranno per un periodo di 20 mesi. L'addendum vede una modifica del tracciato originale, con parziale rifacimento della progettazione.
Il progetto terminerà ad ottobre 2018.

LAVORI CONCLUSI

Study on Corridor X
Italferr ha ricevuto dal Governo croato l’incarico di realizzare uno studio di fattibilità, finanziato dalla Commissione Europea, relativo agli interventi di ammodernamento della rete ferroviaria del Paese, relativamente al Corridoio X che rappresenta il principale asse di comunicazione stradale e ferroviario della Croazia. Il suo sviluppo rappresenta uno dei cardini della politica comunitaria dei trasporti in quanto destinato a collegare Germania e Austria con Grecia e Turchia. Le prestazioni hanno riguardato lo studio tecnico-economico della sezione croata (270 km) del Corridoio ferroviario che, partendo dall’analisi trasportistica e dalla revisione del precedente master plan, ha portato all’individuazione degli interventi infrastrutturali prioritari e della definizione degli standard tecnologici da adottare. Inoltre, le prestazioni hanno previsto lo studio di dettaglio sulla tratta Okucani-Novska di 20 km e in particolare la revisione della progettazione esistente per il suo ammodernamento, la valutazione dei costi, la valutazione dell’impatto ambientale, l’analisi benefici-costi e la preparazione del dossier di richiesta per il finanziamento comunitario. Italferr ha confermato con questo incarico la sua presenza commerciale nei paesi della ex-Jugoslavia, iniziata con l’aggiudicazione della progettazione di un nuovo ponte sul Danubio presso la città di Novi Sad e proseguita con l’assegnazione dello sviluppo del Piano Nazionale dei Trasporti della Serbia. Le attività sono state avviate ad aprile 2009 e sono state terminate a maggio 2010.