Serbia

LAVORI CONCLUSI

Creation of computerized national rail network management and maintenance system
Italferr, in qualità di leader di un raggruppamento d’imprese, è stata incaricata dalla rappresentanza dell’Unione Europea di Belgrado, a beneficio del Ministero delle Infrastrutture e delle Ferrovie Serbe (SR), di sviluppare un nuovo sistema informatizzato (RMS – Railway Management System) per la gestione e la manutenzione della rete ferroviaria in Serbia.
I servizi forniti hanno riguardato una campagna di rilievo aereo degli assets ferroviari con lo scopo di creare il data-base dell’intera infrastruttura esaminata lungo il Corridoio X paneuropeo e lungo la tratta serba della linea Belgrado-Bar, la proposta di un nuovo schema di organizzazione e di un nuovo set di procedure per l’introduzione di un sistema di diagnosi e manutenzione “intelligente” dell’infrastruttura.
Il progetto è stato ultimato con la preparazione di tutta la documentazione necessaria per la gara dei nuovi sistemi diagnostici, la formazione del personale delle ferrovie locali in Serbia ed in Italia attraverso il training on the job e l’assistenza continua alla Contracting Authority ed ai beneficiari nelle prime fasi di avvio del nuovo sistema.
Le attività sono state avviate nell'ottobre del 2010 e sono state terminate nell'ottobre del 2013.

The new bridge over the Danube
Italferr è stata incaricata per la redazione dei progetti preliminare ed esecutivo del nuovo ponte stradale/ferroviario di Zezelj sul Danubio, presso la città di Novi Sad, nonchè della predisposizione della documentazione di gara necessaria per l’affidamento della sua costruzione.
Il progetto è stato sviluppato per conto dell’Agenzia Europea per la Ricostruzione (EAR).
L'attività è stata terminata nel 2009.

National Transport Plan
Italferr, in qualità di leader di un raggruppamento formato con altre società internazionali del settore, ha redatto su incarico dell’Agenzia Europea per la Ricostruzione (EAR) il Piano Nazionale dei Trasporti della Serbia. La Società è stata responsabile della definizione dello scenario di sviluppo delle infrastrutture ferroviarie, stradali, aeroportuali e fluviali fino al 2025 sul territorio serbo, considerato il crocevia dei trasporti nei Balcani in quanto attraversato dal Corridoio X (l’asse tra la Germania/Austria e la Grecia/Turchia), dal Corridoio VII (il Danubio) e dalla linea ferroviaria Belgrado-Bar.
L’attività in Serbia ha riguardato lo studio della domanda e dell’offerta di trasporto, l’analisi delle infrastrutture esistenti, lo sviluppo di un modello di traffico, la redazione di un piano generale dei trasporti, la preparazione di un piano di investimenti nel settore infrastrutturale e della manutenzione, la preparazione dei bandi di gara per gli studi di fattibilità e la formazione dei tecnici del Ministero delle Infrastrutture.
Le attività sono state terminate nel 2009.