Adriatica


La Direttrice Adriatica, che si sviluppa prevalentemente lungo la costa orientale italiana da Bologna a Lecce/Taranto, collega il Nord Italia e il Centro Europa con il sistema dei porti meridionali (Brindisi, Taranto, Gioia Tauro) e costituisce parte integrante del sistema dei corridoi merci di interesse europeo denominati “Rete Terfn”.
In tale contesto sono stati previsti una serie di interventi finalizzati all’ampliamento della sagoma limite per rendere disponibile un itinerario che consenta il trasporto, su carri ferroviari a piano ribassato, dei mezzi stradali aventi le massime sagome ammesse e dei containers marittimi tipo “high-cubes”, caricati su carri con pianale standard. Inoltre su tale Direttrice sono stati programmati interventi infrastrutturali per il completamento del raddoppio nei tratti ancora a semplice binario e consistenti interventi tecnologici estesi all’intera linea, finalizzati a conferire all’itinerario ferroviario le caratteristiche prestazionali necessarie per svolgere, in termini di traffico viaggiatori e merci, le funzioni di fondamentale collegamento Nord-Sud nel quadrante sud-orientale della penisola.

Progetti principali

Raddoppio Pescara-Bari
Raddoppio della Termoli-Lesina e tratto a nord di Ortona. Nell’ambito del raddoppio della tratta Termoli-Lesina è in fase di chiusura la Conferenza dei Servizi di approvazione del Progetto Definitivo del lotto Ripalta Lesina, mentre è in corso uno studio tecnico economico atto a recepire soluzione proposta dalla Regione Molise con previsione di ultimazione nell’anno 2017. Per il tratto a Nord di Ortona sono in corso i lavori di costruzione di un’ulteriore galleria, in affiancamenti a quella esistente, a semplice binario a nord della Stazione di Ortona comprensivi di armamento e di impianti tecnologici ferroviari. L’ultimazione di detti lavori è prevista nel 2018.