Tirrenica Nord


La Direttrice Tirrenica Nord costituisce, per passeggeri e merci, la più importante relazione di collegamento tra i poli ferroviari ed intermodali più rilevanti presenti lungo il tratto peninsulare dell’alto Tirreno (Genova – Pisa – Livorno – Roma). Su tale Direttrice sono stati programmati consistenti interventi tecnologici ed infrastrutturali finalizzati a conferire all’itinerario ferroviario le caratteristiche prestazionali necessarie a consentire alla Direttrice stessa la capacità di svolgere, in termini di traffico viaggiatori e merci, le funzioni di fondamentale collegamento Nord-Sud nel quadrante nord-occidentale della penisola.

Progetti principali

Sistema di Comando e Controllo (SCC) Genova-Roma e Pontremolese
Il progetto si inserisce nel contesto più ampio del "Piano Regolatore di Rete" nell'ambito del quale è previsto l'adeguamento, l'efficientamento e l'estensione del telecomando di SCC della direttrice. Negli anni dal 1996 al 2005 si è realizzata una fase consistente degli interventi di potenziamento e ammodernamento degli impianti della Direttrice Tirrenica. Successivamente, a fronte di nuovi finanziamenti, si è proceduto all'estensione del Sistema Comando e Controllo della Direttrice alla tratta Maccarese-Roma San Pietro, con il contestuale adeguamento del piano regolatore di alcune stazioni e la realizzazione di nuovi impianti ACEI e ACC.
Per quest'ultima fase gli interventi oggetto delle attività affidate ad Italferr sono stati i seguenti:
• Maccarese - nuovo apparato ACEI e inserimento in telecomando SCC (attivazione in data 09.11.2014).
• Roma Aurealia - nuovo apparato ACEI e inserimento in telecomando SCC (attivazione in data 09.11.2014).
• Roma San Pietro - adeguamento a Stazione Porta per estensione del telecomando nella tratta Maccarese-Roma San Pietro (attivazione in data 09.11.2014).
• Ponte Galeria - adeguamento a Stazione Porta per estensione del telecomando nella tratta Maccarese-Ponte Galeria (attivazione in data 09.11.2014).
• SCC di Pisa - estensione di SCC alle tratte Maccarese-Roma San Pietro e Maccarese-Ponte Galeria (attivazione in data 09.11.2014).
• Campiglia Marittima - realizzazione di un nuovo apparato ACEI telecomandabile; modifiche al PRG; prolungamento sottopasso e adeguamento a STI dei marciapiedi; banalizzazione del blocco nella tratta Campiglia-Fiorentina di Piombino (impianto attivato con contestuale riconfigurazione del posto centrale SCC di Pisa in data 14.06.2015; adeguamento a STI dei marciapiedi completato in data 08.02.2015).
• Fiorentina di Piombino - adeguamento a Stazione Porta per estensione del telecomando nella tratta Campiglia-Fiorentina (attivazione in data 14.06.2015).
• Livorno Centrale - realizzazione di un nuovo apparato ACC remotizzato a Pisa per la gestione in telecomando e predisposto per l’implementazione di Livorno Calambrone con alcune modifiche al PRG di stazione relative alla velocizzazione degli itinerari di ingresso e uscita in deviata; modifiche al PRG per la sistemazione dell'ingresso diretto al Deposito per i treni provenienti da Livorno Calambrone sul binario Indipendente, banalizzazione del blocco nella tratta Livorno Centrale-Livorno Calambrone e realizzazione delle zone di manovra (impianto attivato con contestuale riconfigurazione del SCC di Pisa in data 20.03.2016).
• Grosseto - realizzazione di un nuovo apparato ACC remotizzato al Posto Centrale, con semplificazione del PRG, velocizzazione zone di uscita e zone di manovra (attivazione in data 07.08.2016).
Potenziamento Asse Livorno-Pisa
Il progetto si inserisce nel contesto più ampio del "Piano Regolatore di Rete" e in particolare nell'adeguamento dei grandi nodi ferroviari e nel rinnovo di impianti ferroviari di medie-grandi dimensioni. La tratta Livorno C.le-Pisa, il nuovo ACC di Livorno e l’impianto ACC di Pisa (attivato in più fasi con termine alla fine del 2012) sono già inseriti nell'ambito del Sistema Comando e Controllo Genova-Roma e Pontremolese. I nuovi interventi sono finalizzati al potenziamento del collegamento della Stazione di Livorno con i porti di Livorno e al collegamento diretto della Darsena Toscana con la linea Tirrenica. Sono altresì previsti la razionalizzazione della Stazione di Livorno Calambrone in funzione del traffico merci sulla Direttrice Tirrenica e gli adeguamenti impiantistici della Stazione stessa per l’inserimento nel futuro nuovo impianto ACC-M del Nodo di Livorno. Nel dicembre 2016 è stata attivato il nuovo impianto ACEI di Livorno Darsena telecomandato punto-punto dalla stazione di Livorno Calambrone.