Nodo di Roma


Il Nodo di Roma costituisce uno dei punti fondamentali del sistema ferroviario nazionale, per essere il crocevia di importanti linee provenienti da altri poli nazionali e regionali e del sistema ad Alta Velocità.

Con la realizzazione delle linee, necessarie per l’AV, integrate sulla rete ferroviaria esistente, opportunatamente potenziata e riorganizzata, si otterrà un recupero di capacità utilizzabile per il potenziamento del traffico viaggiatori regionale e comprensoriale e del traffico merci. Inoltre i nuovi margini di esercizio, uniti alla possibilità di separazione e canalizzazione dei traffici per direttrici e per livelli di offerta, conseguenti agli interventi previsti in questo Nodo, consentiranno di migliorare la fluidità della circolazione e di ridurre i conflitti tra traffico viaggiatori a lunga percorrenza, traffico regionale e traffico merci.
In configurazione finale, l’assetto infrastrutturale e tecnologico del Nodo di Roma consentirà di realizzare un modello d’esercizio che ha come obbiettivo primario l’attuazione di un sistema di trasporto caratterizzato da una elevata integrazione intermodale e plurimodale, da un aumento della capacità complessiva e da un efficientamento dei livelli e degli standard di servizio alla clientela.

Per conseguire gli obiettivi sono stati programmati i seguenti interventi di potenziamento infrastrutturale e tecnologico
Interventi tecnologici e prestazionali sui grandi nodi (Roma, Milano, Napoli)
Consistono nel completamento del rinnovo tecnologico del Nodo di Roma, nel completamento dell'automazione comando e controllo degli impianti di giurisdizione, nella realizzazione di impianti di sicurezza e segnalamento per contenere alle linee del Nodo capacità e prestazioni commisurate, in termini di frequenza e velocità del servizio, nella specializzazione commerciale delle linee e nell'infrastrutturazione dell'area di stazione Tiburtina e del nodo di interscambio.
Stazione AV di Roma Tiburtina
Inaugurata nel 28 novembre del 2011, è la prima ad essere completata tra le stazioni del sistema ferroviario Alta Velocità in Italia. 140.000 frequentatori giornalieri, più di 50.000 metri quadrati di superficie, 20 binari per 400 km di ferrovie interconnesse a formare il più importante nodo di scambio intermodale di livello internazionale, nazionale, regionale e metropolitano.
Raddoppio Lunghezza-Guidonia
In corso di realizzazione, avanzamento lavori al 15%.
Gronde Merci di Roma
Cintura nord e sud in corso di progettazione - Studio di Fattibilità Tecnico Economico.
PRG Ciampino e Quadruplicamento tratta Ciampino Capannelle
In corso di progettazione - Progetto Preliminare.
PRG di Roma Casilina
In croso di progettazione - ACC attivato il 31 luglio del 2016.
Raddoppio Campleone-Aprilia
In corso di progettazione - Progetto Definitivo.
Raddoppio Cesano-Bracciano
In corso di progettazione - Progetto Definitivo.
Opere compensative
La penetrazione urbana della linea AV/AC ha comportato, per il 40% del percorso, la realizzazione di binari passanti sotto gallerie artificiali e di spazi in superficie a verde o destinati a piazze e servizi pubblici.