Riattivata all’esercizio ferroviario la stazione di Ciampino a Roma

Il completamento dei lavori nei tempi previsti è stato possibile grazie all'alto livello di sinergia tra Italferr, RFI e le Imprese Appaltatrici.

Il 4 settembre a Roma, sono stati completati con successo i lavori di modifica della radice, lato Castelli, del Piano Regolatore Generale (PRG) della stazione di Ciampino. L’opera traguarda la realizzazione del quadruplicamento della linea Capannelle - Ciampino, attraverso la successiva modifica anche della radice della stazione, lato Roma.

Grande è stata la soddisfazione per tutto il personale che, con professionalità e costante impegno, ha contribuito al raggiungimento dell’obiettivo nei tempi previsti, grazie anche all'alto livello di sineriga tra la nostra Società, RFI e le imprese appaltatrici.

L’azione di modifica appena completata ha riguardato la sostituzione e la velocizzazione a 60 Km/h delle comunicazioni poste sulla radice lato Castelli del PRG, nonché il riposizionamento dei primi 4 binari di stazione.

I lavori hanno interessato la modifica dell’armamento, dei marciapiedi di stazione, degli impianti di trazione elettrica, delle telecomunicazioni e degli impianti di segnalamento di piazzale, nonché le modifiche del posto periferico ACC di Ciampino, del posto centrale multistazione modulo B del nodo di Roma e del modulo B SCCM.

Il team Italferr, oltre alla direzione lavori dell’intervento, ha curato la redazione del progetto definitivo e la verifica della progettazione esecutiva predisposta dalle imprese appaltatrici.

CONDIVIDI:
Condividi su Linkedin