A A A

L’impegno di Italferr per lo sviluppo infrastrutturale del Paese

Sfide ambiziose e importanti risultati raggiunti nel 2022. 

In un anno, quello appena concluso, caratterizzato da eventi che hanno influenzato profondamente la supply chain, Italferr ha dimostrato, ancora una volta, la capacità di affrontare efficacemente sfide sempre più complesse in uno scenario in continua evoluzione.

Il 2022 si è chiuso con importanti risultati per il Polo Infrastrutture del Gruppo FS guidato da RFI, che ha lanciato sul mercato 283 nuove gare per oltre 25 miliardi di euro, di cui più di 10 miliardi per opere in PNRR. In questo contesto Italferr ha rivestito i ruoli fondamentali di Progettista dei progetti definitivi e di fattibilità tecnico economica posti a base di gara e di Coordinatore della sicurezza in fase di progettazione. La Società di ingegneria del Gruppo FS ha inoltre supportato RFI nell’intero processo di approvazione dei progetti, gestendo le interfacce con gli stakeholder territoriali e istituzionali, oltre a curare la predisposizione della documentazione tecnico economica di tutti gli appalti e, in molti casi, la verifica dei progetti definitivi e di fattibilità tecnico economica ai fini della validazione. Italferr ha elaborato progetti per un ammontare complessivo di lavori a base di gara pari a circa 13 miliardi di euro. Tra le principali spiccano le gare d’appalto per interventi PNRR quali diversi lotti della Palermo-Catania-Messina, la Circonvallazione ferroviaria di Trento e la tratta Battipaglia-Romagnano, primo lotto della nuova linea AV/AC Salerno-Reggio Calabria.

Oltre all’impegno profuso per il raggiungimento dei target del piano gare RFI, Italferr ha chiuso il 2022 con numeri importanti, che tracciano con determinazione quel tempo nuovo di cui è protagonista. Più di 2.400 le Commesse gestite in Italia per un valore totale della Produzione pari a circa 335 milioni di euro. Per il Piano ERTMS, nell’ambito degli obiettivi PNRR che prevedono l’installazione del più evoluto sistema di distanziamento treni su 3.400 chilometri di reti ferroviarie italiane, Italferr ha supportato RFI nel raggiungimento dello sfidante obiettivo di aggiudicazione dei due Accordi Quadro entro i termini stabiliti dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza. Inoltre, nel corso del 2022, la Società è stata impegnata nella redazione di 25 Progetti, dando avvio ai primi 2 cantieri multidisciplinari tecnologici in Sicilia.

In questo scenario è centrale il processo di digitalizzazione, che il Piano Industriale del Gruppo FS intende come fattore abilitante per il miglioramento delle infrastrutture, testimoniato dalla consegna alla committente RFI di alcuni dei principali progetti con metodologia BIM e da una forte implementazione dell’impiego del Digital Twin, sviluppato ad hoc da Italferr, come opportunità di colloquio con gli stakeholder territoriali e di settore oltre che come strumento strategico per gli iter autorizzatori. Una chiave di svolta, quella del digital, anche per il mondo dei cantieri. Italferr, infatti, nell'ambito delle attività di Supervisione e Direzione Lavori, ha avviato una serie di iniziative per digitalizzarne e innovarne i processi al fine di renderli più efficienti ed efficaci anche prevedendo degli upgrading differenziati per appalti integrati, commesse no-captive piuttosto che progetti tecnologici come ERTMS. I risultati finora raggiunti confermano, nella nuova logica di modello operativo di hub & spoke, il ruolo di Italferr come Centro di Competenza BIM e Digital Twin e verranno utilizzati e rielaborati per applicazioni diversificate, oggi già avviate con contenuti digitali, quali ad esempio il Mass Transit o il monitoraggio delle opere esistenti.

Il know-how tecnologico e ingegneristico, unito all’importante attività di efficientamento e innovazione dei processi attuata da Italferr trova ampio spazio anche sul mercato estero, dove la Società esporta le proprie competenze e i propri servizi per lo sviluppo di progetti complessi in diverse parti del mondo ed è oggi impegnata principalmente in Europa, India, Asia e Sud America, ove Italferr sviluppa il maggior volume di affari. Nel corso del 2022 ha consolidato la propria presenza in paesi di interesse strategico, tra i quali Paesi Baltici, Arabia Saudita, Uzbekistan, ed ha realizzato nuovi insediamenti in paesi quali Francia e Canada, aggiudicandosi importanti contratti per un valore complessivo di 32,6 milioni di euro.